Fiori di Bach

Home » Fitoterapia » Fiori di Bach
fiori di bach

Fiori di Bach, Superstizione o Realtà?

Oramai noti a tutti, i fiori di Bach sono assurti, grazie alle promesse dei loro sostenitori, a panacee universali dei “mali che affliggono l’anima”. Al punto tale che è nata una nuova “disciplina” chiamata “floriterapia”. Ma, prima di vedere di cosa si tratta è necessario fare una premessa relativa alle circostanze che hanno portato un ignoto medico inglese alla “scoperta” delle proprietà dei fiori. Intorno alla fine della prima guerra mondiale, al dott. Bach viene diagnosticato un cancro alla milza con inizio di metastasi al fegato e, a seguito di questa diagnosi e del conseguente intervento subito, si dedica anima e corpo ai suoi studi. Il risultato di questo suo atteggiamento positivo verso la vita fu la regressione della malattia. Grazie alla temporanea guarigione, Bach si convinse che il desiderio profondo di vivere poteva sortire effetti curativi inaspettati e inimmaginabili. A dire il vero, la sua intuizione, personalmente, non la trovo affatto sciocca anzi, negli anni mi sono convinto di quanto sia importante l’atteggiamento verso la vita, compreso quello di relazione, nel superamento di un gran numero di patologie. Oramai molti medici prendono sul serio questa componente nei meccanismi di guarigione ed auto-guarigione da certe malattie. A onor del vero è anche necessario ricordare che tale intuizione non fù una scoperta di Bach, ma era già stata partorita almeno 3 secoli prima della sua nascita. Successivamente, attratto dalle teorie di Hahnemann (padre dell’omeopatia), convinto che curare il malato fosse la priorità rispetto alla cura della malattia, si prodigò nella ricerca di una terapia che fosse in grado di correggere quegli aspetti della personalità umana che, a suo avviso, avrebbero potuto un giorno rivelarsi come la causa principale di una o più malattie. Abbandonando la sua formazione positivistica dovuta agli studi di medicina, diresse il suo interesse verso lo studio dei fiori, ritenuti da Bach una manifestazione reale del Divino e capaci di modificare nel profondo quegli stati emozionali che portano ad ammalarci.
A seguito dei suoi “studi” nessuno dei quali condotto e documentato con metodi scientifici, Bach annuncia la sua teoria dei “dodici fiori guaritori”.

Fiori di Bach

Fiori di Bach e loro Presunte Proprietà

Questa è la “scoperta” con la quale esordì nei suoi annunci e trattati:

• Rock Rose: per vincere il panico;
• Mimulus: contro la paura;
• Cerato: per combattere l’ignoranza;
• Scleranthus: per vincere l’indecisione;
• Gentian: per coloro che tendono al dubbio;
• Water Violet: contro il dolore;
• Impatiens: per gli impazienti;
• Agrimony: contro l’irrequietezza;
• Chicory: per la costrizione;
• Vervain: per combattere il fanatismo;
• Clematis: contro l’indifferenza.
• Centaury: per trattare la debolezza.

Lascio a voi il giudizio, perché io non ho commenti da fare, se non dire che considerarla una teoria risibile è a dir poco un eufemismo. Se veramente qualcuno crede, al di là del business che essi sono capaci d’incrementare, che i fiori possano trasformare un indeciso cronico in un decisionista o un fanatico in una persona sobria e moderata, oppure spingere un’ignorante a trasformarsi in un erudito o in uno studente modello, allora gli faccio i miei complimenti, perché la frase biblica che Cristo rivolge a Tommaso: “beati coloro che credono pur non avendo mai visto” finalmente si compie, e magari la compie un “non credente”, come spesso ho avuto modo di constatare. Non mi stupisce che i miei colleghi abbiano abbracciato con tanta disinvoltura questa “Pseudo Disciplina” che nulla ha a che fare con la Fitoterapia, non solo perché i fiori di Bach “fanno cassa”, ma soprattutto per mancanza di una conoscenza profonda della disciplina più antica del mondo, quella per cui, sin dai primi vagiti, l’uomo ha trovato nelle piante un alleato fedele che ancora oggi continua a sorprenderci per la molteplicità di molecole che riesce a sintetizzare. Personalmente sono convinto che ciascuno di noi abbia il diritto di ricorrere a ciò che crede meglio per la propria salute, perciò nulla in contrario, ma che addirittura siano alcuni esponenti della classe medica a proporre simili sciocchezze, un tantino, lo ammetto, mi turba.

Fiori dell’Anima: Placebo o Terapia?

Lascia un commento

Afrodisiaci Naturali

afrodisiaci naturali

Afrodisiaci Naturali a base di Erbe

Calendario

gennaio: 2018
L M M G V S D
« Mar    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  

Posts Recenti

Erboristerie TV: il Blog fuori dagli schemi